• Print
close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Boston: Finito L’Incubo

Boston-presi-gli-attentatori_h_partb

È stato finalmente catturato il terrorista di Boston, colui che Lunedì, durante la maratona, piazzò due bombe fatte in casa in modo da ferire il più possibile i corridori. È Dzhokhar Tsarnaev di 19 anni, che si era rifugiato in una barca mentre il fratello di 26 anni (un altro che ha partecipato a mettere le bombe) è stato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia.

Molti applausi dopo l’urlo del poliziotto che ha confermato la cattura del giovane, una folla di persone si era riunita per vedere le ultime operazioni dell FBI che tentava di far finire un incubo durato fin troppo. C’erano infatti voci che dicevano che questi terroristi avessero piazzato altre bombe in giro, e che durante lo scontro di ieri sera il fratello, Tamerlanavesse provato a difendersi lanciando ordigni verso gli agenti.

Le prime parole sono quelle del sindaco di Boston  che con un tweet ha dichiarato: “Lo abbiamo preso!” seguito poi dal dipartimento di polizia di Boston che ha dichiarato: “ L’incubo è finito.”  

Al giovane sono stati letti i suoi diritti, la cosiddetta formula Miranda. Secondo la procedura, verrà portato davanti a un giudice già oggi, a meno che non sia in grado per via delle ferite riportate. Poi, entro 30 giorni, comparirà davanti a un Grand Jury che formalizzerà l’incriminazione e assegnerà il caso a un giudice federale.

Tag:, , , , ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi