close
Breaking news

Sei alla ricerca di un programma tv o di un film da guardare sul divano ma non ...read more Da oggi “Swoosh”, il primo singolo ufficiale di Dariè Baby, artis...read more Il rapper lancia il nuovo disco, in uscita il 26 giugno: «Lo definirei sobrio,...read more Leggere testi ad alta voce ed essere pagati per farlo. L’azienda di servi...read more Si intitola “Una voglia assurda” e uscirà venerdì “L...read more Aveva 51 anni e si trovava in Sicilia. Il ricordo dei colleghi: «Un grande per...read more ”Rabbia ed orgoglio dei dottori commercialisti verso le insinuazioni ...read more Torna Barbara Gilbo con la sua suadente e graffiante voce pop/rock e con un pez...read more Ideato da Tohru Iwatani, mentre guardava una pizza dopo averne mangiato la...read more Si chiama Avi Schiffmann e ha spiegato: “Non sono uno speculatore, non vo...read more

Berlusconi e le sue donne (nel bagagliaio) in uno Spot targato Ford *Figo* – Arrivano le scuse ufficiali

Spot-Ford-Figo-625x350

Incredibile quello è successo sul sito specializzato Ads of the World che ritraevano il colosso mondiale automobilistico americano: la Ford. Infatti durante la navigazione era possibile scorgere precisamente 3 banner pubblicitari che ritraevano Berlusconi alla guida di un auto con tre donne nel bagagliaio. Queste ultime erano chiari ed espliciti (almeno in due casi) riferimenti alle donne che ricoprono pagine e pagine dei quotidiani italiani: Ruby Rubacuori e Nicole Minetti, l’altra invece è una poliziotta. Erano abbastanza inequivocabili i riferimenti ai festini di Arcore.

In una nota la Ford ha espresso il suo dispiacere per l’accaduto:

“Siamo profondamente dispiaciuti per questo incidente, e concordiamo con i nostri partner sul fatto che mai si sarebbe dovuto verificare. Le immagini sono contrarie agli standard di professionalità e di decoro adottati da ‘Ford’ e dai suoi partner”.

Sembrerebbe che questi bozzetti fossero destinati addirittura alla pubblicità stradale, in particolare per cartelloni formato 6×3 metri. Tutto smentito ovviamente dal colosso pubblicitario Jwt, proprietaria dei disegni e che questi mai sarebbero dovuti comparire in rete nè tantomeno realizzati.

Senz’altro una caduta di stile!

Tag:, ,

No Comments
Story Page

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi