close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

APOC – THE MARK OF THE BEATS (BM Records 2012)

Che fine a fatto il fenomeno mediatico Spitty Cash? È sparito perché in realtà non è mai esistito!!
Si è proprio così… La persona che vestiva i panni del più pessimo dei rappers italici altro non era che Alessandro Dorofte a.k.a Apoc alias Apocalipse Beats: rapper e produttore marchigiano. Tutto cominciò come una goliardata tra amici, ma nel giro di poco tempo si trasformò in un personaggio ambiguo e divertente conosciuto dal tutto il popolo del web, che iniziò a credere che tutto questo fosse reale. Ma Spitty scomparve non appena venne preso troppo sul serio…
Apoc decise di continuare a lavorare nell’ombra fino a che i suoi lavori non riscattassero la sua reale passione e rispetto verso la cultura Hip Hop.

The Mark of the Beats” è la prova di un lavoro maturo e potente, capace di competere con i livelli più alti di produzione non solo italiana, ma internazionale. Non poche le firme importanti che collaborano a questo album: da Maury B ai Piranha Clique, Long Bridge All Starz, Ape, Shafy Click e altri nomi noti nell’underground Made in Italy. Dal versante internazionale troviamo nomi leggendari come Havoc dei Mobb Deep e i Killarmy del collettivo Wu Tang Clan.
Un album completo, con un suono adeguato agli standard richiesti per un progetto che suona 100% Hip Hop. Esce per B.M. Records accettando la sfida per il 2012 di rispondere con la qualità al troppo parlarsi addosso della scena Nazionale.
“The Mark of the Beats” è Disponibile sui più importanti Web Stores e su iTunes al prezzo speciale di 8,90 e in tiratura limitata in CD + t-shirt.

TRACKLIST

 01. Piranha Clique – The Mark of the Beats Anthem
02. Maury B – Resto Su
03. Dari Mc ft. Apoc & Willie Dbz – Colpo di Stato
04. Havoc ft. Trais & Apoc – Blood Shot
05. Dragwan ft. Brain & J. Roy – Sulla stessa linea
06. Ape – Sickness
07. Danomay ft. Keera & Madd Eff – La tua guerra
08. Oyoshe – Devil May Cry
09. Killa Army ft. Lord Madness – Master Skillz
10. Granu – Original B.Boy
11. Skanda ft. Apoc – Hibs Green
12. Simon Sabotage ft. Fetz Darko – Frastima 666
13. Sherlock Flows ft. Ill Bill – From Rp to Bk 2012
14. Shafy Click – Abisso di Mediocre
15. Nunzio Streetchild – Pandora

Artist: Apoc
Album: The Mark of the Beats
Etichetta: BM Records
Distribuzione: Digital Web Stores / CD
Data uscita: 29-10-2012
Management: Slashing Sounds
Web: www.bmrecords.eu

Immagine anteprima YouTube

Tag:, , ,

No Comments
Story Page