close
Breaking news

Ottime notizie per tutti coloro che hanno prenotato la standard edition di Fifa...read more Arriva la rivoluzione in casa Twitter dopo anni di annunci. Il celebre social h...read more L’artista sarà sul palco dell’Ariston anche in veste di direttore a...read more Messico, ucciso assistente di produzione di ‘Narcos’: cercava locati...read more L’1 settembre uscirà il nuovo attesissimo album di Ensi, dal titolo V. Qu...read more Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more

Anticipazioni: Roy Paci, grandi ritorni e nuove produzioni

2013-02-03_021812firm

Si attende l’uscita imminente di Blaccahènze, ultimo lavoro di Roy Paci con uno dei suoi progetti più belli di sempre Corleone. Progetto sperimentale a cui ormai i termini come “eclettico”, “avanguardia”, “non catalogabile”, “non etichettabile” vengono associati quasi automaticamente. Per me il senso dato dalla voglia di suonare, divertirsi e sperimentare propria di questo progetto si può descrivere in una sola parola: Libertà. Come le parole stesse di Mr. Paci ribadiscono: “L’improvvisazione non è sinonimo di jazz, è sinonimo di libertà sonora”.

Incontriamo il maestro alla presentazione di una delle sue ultime produzioni, SYD (See You Dowtown), omonimo disco del  gruppo del chitarrista catanese Marco Pettinato aka John Lui.  Per questo disco, Roy Paci, produttore artistico ed esecutivo, si avvale della presenza di Marco Trentacoste (Lacuna Coil, Le vibrazioni, Rezophonic) co-produttore e sound engineer del progetto. Tutte le carte sembrano in regola per questa one-man band, che ha l’intento di fondere una spiccata attitudine rock a sonorità nu-rave. Rendendo il sound della band unico e raffinato, ottima base per un sicuro e lungo viaggio di stimoli sperimentali.

Ringraziamo ancora il maestro Roy Paci per la grande disponibilità che lo contraddistingue, ma soprattutto per questi ennesimi regali/stimoli musicali con cui ci delizia.

A presto la recensione di entrambi i dischi. Stay Tuned on Atom Heart Magazine.

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page