close
Breaking news

Lo scorso 21 maggio, Ok Computer – il terzo album in studio dei Radiohead...read more TESTO SALMO – NON VOLEVO Parli parli, ma non sento niente Quando canti b...read more Call2Play are Inoki Ness, Mad Dopa and Fabio Musta. FALLO TU è il singolo che ...read more Gue Pequeno, Non ci sei tu, Testo Mi fa strano lo sguardo perso di Chi vuole co...read more Basata su una storia di Stephen King, la serie TV (10 episodi) segue le vicende...read more Siamo giunti alla serata finale. Proclamato il vincitore. Gabbani for president....read more Perdersi tra le pagine di un libro è uno dei piaceri più belli della vita, di...read more La quarta serata è quella della noia e dell’eliminazione di 4 big. Poi c’è...read more La serata delle cover ti catapulta nel film The Purge. Una notte in cui tutti gl...read more Finalmente toccava ai giovani. Finalmente. Oh. Ecco. Che palle. Carlo Conti: 5,...read more

Recensioni – Andrea Inglese – Handra

Handra è l’ultimo lavoro del sicilianissimo chitarrista Andrea Inglese. 5 bellissimi singoli che anticipano l’uscita attesa del disco, attualmente ascoltabili su SoundCloud.

Inglese è senza dubbio un musicista eclettico, e le influenze musicali che hanno contribuito alla sua formazione di musicista sono le più disparate,  magistralmente accompagnato da ottimi musicisti ( David Cuppari alla batteria, Massimo Pino al basso ) in grado di creare un Sound Wall su cui Inglese diverte e si diverte, insaporendo e sperimentando le tracce con innesti melodici e ripartenze graffianti . Il risultato salta alle orecchie già dalla prima “Andy Blues“, che prende forma con un intro che sa molto di Stefan Grosman, prima di virare su quella che diventa una traccia dal blues morbido e ben costruito, che scivola con un grande groove fino all’ultimo secondo. Dopo il racconto confidenziale in note di “Sex In My Room” , arriva il riffone di “Passion For You” ,  che non ti togli più dalla testa, e che ti costringe a mettere in loop il pezzo per un riascolto ad oltranza, mentre già imiti con la bocca la chitarra, ruvido quanto basta, quanto meravigliosamente melodico da attaccarsi addosso, personalmente una delle tracce che mi sono piaciute di più, curatissima la struttura armonica e le dinamiche , Inglese riesce a sorprendere per la facilità con cui arriva al cuore, con un uso tecnico assolutamente notevole ma mai preponderante o  stucchevole, riuscendo  a tessere degli equilibri musicali suggestivi e vibranti. Seguono le carezze delle intime ed espressive “To My Friend“, e “My Brother“, che regalano la sensazione di un dolce galleggiamento sensoriale sonoro.

Rimane la voglia di sentire  pezzi nuovi e la consapevolezza del fatto che sentiremo ancora parlare di questo giovane musicista italiano.

https://soundcloud.com/andrea-inglese-1

artworks-000072610404-a5yobq-t500x500

 

 

Tag:, , , , , , , , , , , ,

No Comments
Story Page